Close
Stemma Cremona
Cremona - Piazza del Comune - Grazie Italia - Claudio Messina - Business a tavola

Città rinomata per il Torrone, dolce tipico delle feste che riunisce zucchero, mandorle, noci, arachidi, nocciole e miele; profumi, sapori e che evoca ricordi di pranzi e cene di Natale con la famiglia. Da quello morbido a quello croccante. Un’altra chicca gastronomica condivisa con altre città italiane è la mostarda, in questo caso di Cremona, composta da frutta, zucchero ed essenza di senape, profumi e sapori forti da abbinarsi a piatti di carne soprattutto ma non solo nei giorni di festa. In merito ai vini Cremona non ha denominazioni ma attinge dalle città e zone limitrofe.

Piazza del Comune, Torrazzo, Battistero, Loggia dei Militi. Non c’è dubbio, con una sola occhiata si capisce che siamo a Cremona. Ivan Foina, Diego Cogrossi e Federico Gazzaniga ci hanno dato appuntamento in un bar della piazza, li raggiungiamo e mentre prendiamo un po’ di sole seduti nella distesa, ci raccontano della fondazione di Cremona da parte di Ercole e del perché della statua che intravediamo sotto un portico. Parte l’ordinazione degli aperitivi e partono le domande.

Federico, da 1 a 10 quanto è utile per te incontrarsi a tavola per fare business? e perché?

10
Perché a tavola impari a conoscere chi hai di fronte in modo diretto ed informale. Ed essendo appunto un momento rilassato ci si può conoscere di più come persone, parlando di cose che non sono strettamente legate al lavoro.

Ivan, credi o ritieni che esistano particolari usi, costumi locali nel relazionarsi a tavola? Anche in momenti più “soft” come le pause caffè, gli aperitivi …

Il momento del caffè è rappresentato come un momento di pausa dalle attività ed anche un modo per conoscersi e/o scambiare quattro chiacchiere prima di iniziare un incontro. Credo che per relazionarsi a tavola la prima cosa sia la cortesia e l’incisività, stare cioè attenti alle abitudini e alle richieste delle altre persone

Federico, se dovessi descrivere la città dove vivi tramite il piatto tipico, quale indicheresti? Anche più di uno.

Alcune cose sono essenzialmente tipiche di Cremona: i Marubini in brodo, il torrone, la mostarda che accompagna i bolliti. Ivan mi stava però ricordando dei Tramezzini di Ugo, che qua sono abbastanza rinomati.

Ivan, se dovessi descrivere la città dove vivi tramite la bevanda tipica (alcolica o analcolica), quale indicheresti? Anche più di una.

A Cremona la birra è un’istituzione, ce n’è pure una col suo nome.
Per l’aperitivo invece direi lo Spritz, quando vai in un locale si vedono tantissimi bicchieri arancioni.

Diego, puoi descrivere un rito o un’abitudine relativi alla tavola tipici della tua città?

Un aperitivo di inizio, dal buon bicchiere versato nelle paoline, o un vino bianco frizzante. Si davano le uova cotte e frittata e poi i ciccioli o nervetti. Si diceva “per mandáa zóo le bríze ” Per mandare giù le briciole.

E Federico aggiunge:

A Natale è tradizione avere sempre a tavola una stecca di torrone. Siamo a Cremona, non può mancare quello buono.

Diego, hai una ricetta di famiglia, qualcosa che identifica le tue origini e che condivideresti?

Ma certamente, è la trippa al sugo. Soffritto, julienne di verdure, trippa, fagioli con l’occhio, lenta cottura con brodo. Per circa due ore. Pane a volontà da inzuppare.

Concludi tu l’intervista Diego, dicci se ricordi un momento in cui hai fatto delle scelte a tavola che ti hanno permesso di raggiungere gli obiettivi oppure al contrario, che ti hanno precluso questa possibilità? Puoi descriverle?

È stato durante una degustazione di vini, ho potuto conoscere una persona amica di un conoscente con il quale tutt’ora stiamo collaborando e lavorando assieme. Poi è nata un’amicizia che sta durando nel tempo.

Grazie Ivan, grazie Diego e grazie Federico per il tempo che ci avete dedicato, speriamo di reincontrarvi presto.

Di seguito alcuni collegamenti utili per approfondire la conoscenza di Cremona

Vieni a visitare la nostra pagina Facebook e se vuoi lascia le tue opinioni o le tue impressioni nei commenti.

Alcune immagini sono pubblicate grazie a Wikipedia secondo le regole del Creative Commons – ShareAlike

Social:

Altri articoli

Cosa abbiamo in Comune – Grazie Italia – Business a tavola – Claudio Messina

Cosa abbiamo in Comune

Abbiamo appena terminato il viaggio di “Grazie Italia”, che ci ha fatto toccare tutte le oltre cento province italiane, e abbiamo già deciso di partire

Grazie Italia – Business a tavola – Claudio Messina – Matteo Galiano

Grazie Italia: il traguardo

Grazie Italia ha concluso il giro di tutta la penisola. Quando si fa un viaggio stando bene insieme, può accadere la magia del “qui ed

BNI Time - Il sapore delle referenze

BNI Time – Il sapore delle referenze

Grazie alla region BNI Perugia per la bella intervista che ha pubblicato sul magazine online BNI Time. L’intervista “Il sapore delle referenze” parla di Referral

Contatti

Referral Tasting

  • info@referraltasting.com

Diventa anche tu protagonista, chiedi come...